Orario 

CENTRO D’ASCOLTO:

martedì 10.00 – 12.00
venerdì 10.00 – 12.00

Un gruppo di volontari
si prendono cura per conto della nostra comunità 
delle situazioni di bisogno di persone e famiglie in difficoltà.

Fornisce aiuti alimentari, alla ricerca di lavoro
e facilita l’acceso ai servizi sociali.

QUANTO SPENDIAMO IN CARITA’

Non si può dire che la cifra destinata in parrocchia ad aiuti a persone e famiglie in difficoltà sia molto elevata (5200 € nell’anno 2020) e sarebbe auspicabile poter fare di più senza trascurare le tante esigenze che fermano la maggior parte delle risorse: assicurazione, riscaldamento, riparazioni, pulizie, ecc. 

La maggior parte degli aiuti erogati dal nostro Centro di Ascolto non pesano sui conti parrocchiali. Vediamo perché. Pochi sanno che circa l’80/90% dei prodotti alimentare distribuiti provengono da entità ed esercizi commerciali ma occorre andare a prenderli. Ogni mese occorre non solo pagare ma anche scaricare un camion e immagazzinare  e gestire i prodotti prossimi alla scadenza. Non sarebbe possibile senza il prezioso lavoro di Giovanni. Ma è bello poter dire che i costi del camion sono coperti grazie ai proventi delle vendite di torte che il Centro Caritas organizza due volte l’anno. 

Queste vendite sono una bella manifestazione della generosità dei parrocchiani. Sono tante le persone che sfornano e ci portano i loro migliori dolci e sono anche tante quelle che poi le comprano. Come immaginate molte volte sono le stesse. 

Altri fatti che non emergono dalle cifre sono i prodotti alimentari che i parrocchiani ci portano, sia per propria iniziativa sia rispondendo alle richieste avanzate dalla Caritas. Ad esempio, per far si che il “pacco” natalizio sia più ricco chiediamo ai parrocchiani di portarci prodotti più “appetibili e raffinati”.

Nel 2020 le persone assistite in modo continuativo dal Centro di Ascolto sono state 142, più 36 di modo saltuario. Buona parte di queste non abitano nel nostro territorio.

Si risultano invece nel bilancio gli aiuti in contanti per acquisti, elemosine a persone senza fissa dimora oppure in situazioni di emergenza. Anche abbiamo aiutato alcune famiglie a pagare bollette arretrate. Infine c’è il contributo alle spese di Casa Betlemme, una casa di accoglienza temporanea per famiglie gestita dalle 8 parrocchie della nostra Prefettura, e che si trova nei pressi della Abbazia delle Tre Fontane. 

Domenica   8 maggio 2022
la Caritas organizzerà una

vendita di torte e dolci

per finanziare acquisti alimentari
per le famiglie che assistiamo.

😅  … come sempre la cosa funziona bene
se ci portate i vostri capolavori e/o
poi vi portate a casa uno di questi capolavori.
Potete portare le vostre torte in Parrocchia
la domenica mattina dalle 9 alle 12.
Grazie!

La nostra parrocchia

partecipa al Programma di Aiuti Europei agli Indigenti (PO I FEAD) in qualità di Organizzazione partner Territoriale (OpT), provvedendo alla distribuzione di aiuti alimentari cofinanziati dal Fondo di Aiuti Europei agli Indigenti (FEAD) e all’erogazione di misure di accompagnamento per orientare e sostenere le persone in condizione di bisogno.
Nell’anno 2021 la parrocchia ha distribuito circa 1200 pacchi alimentari per un totale di 160 persone aiutate attraverso il sostegno finanziario del PO I FEAD

Ecco come aiutarci!

● Per le famiglie bisognose ci occorrono:

Alimenti non deperibiliolio, scatolame, caffè, caffé, zucchero,· latte UHT

Alimenti per l’infanzia

Abiti ed articoli usati per bambini fino a 5 anni (da consegnare in parrocchia)

Offerte di lavoro

● Inoltre segnalaci persone anziane sole, famiglie in difficoltà.

● Gli abiti usati per adulti vanno consegnati alla Parrocchia di N.S. di Lourdes, Via Mantegna, 147 (angolo Via di Tor Marancia). 06 511 0921

Centro di ascolto Caritas

“Il vero segno che rende credibile il Vangelo” è dunque proprio la carità, “l’amore che siamo chiamati a portare gli uni agli altri come Cristo ci ha amato, un amore vivo ed efficace, pratico e concreto verso i nostri fratelli, soprattutto verso coloro che versano in condizioni di maggiore povertà e necessità”.

“La carità è il vero cuore della Chiesa”. Per questo motivo, “è necessario e irrinunciabile che ci apriamo verso tutti gli uomini, specialmente quelli che sono vittime dell’ingiustizia o dell’emarginazione, verso tutti i lontani e gli abbandonati”.

La carità, infatti, “ci spinge a stabilire rapporti umani nuovi, che si radicano nell’amore di Dio e che è Dio; relazioni che si fondano sul rispetto della dignità di ogni essere umano, della persona umana, e sulla difesa dei deboli, degli innocenti e degli indifesi”.

Allo stesso modo, “ci proietta verso la pratica di un amore attivo e concreto verso ogni essere umano”.

Per questo, “è urgente e impellente scommettere sulla carità”, che “deve essere anche necessariamente un servizio alla cultura, alla politica, all’economia e alla famiglia, affinché vengano rispettati i principi fondamentali dai quali dipende il destino dell’umanità”.

“Che per la nostra vicinanza e prossimità ai poveri, che mediante la nostra opzione preferenziale per loro, come opzione della Chiesa, si testimoni lo stile dell’amore di Dio, la Sua provvidenza e la Sua misericordia, e che si seminino oggi, nella storia, quei semi del Regno di Dio che Gesù stesso, volto del Padre, ha sparso nella Sua vita terrena assistendo quanti ricorrevano a Lui per ogni tipo di necessità spirituale e materiale”.

Orario 

CENTRO D’ASCOLTO:

martedì 10.00 – 12.00
venerdì 10.00 – 12.00

Un gruppo di volontari
si prendono cura per conto della nostra comunità 
delle situazioni di bisogno di persone e famiglie in difficoltà.

Fornisce aiuti alimentari, alla ricerca di lavoro
e facilita l’acceso ai servizi sociali.

Locandina pubblicata nel 2014
quando è nata questa iniziativa.

Per più di 15 anni il nostro progetto    AMICI DEL PERÚ
ha portato a molti centinaia di bambini e bambine di San Vicente de Cañete aiuti alimentari, sanitari e scolastici.
 Ecco alcune delle foto che ci hanno inviato insieme alle loro affettuose lettere.

Sosteniamo il

Progetto TANZANIA

Kijwile House, Bukoba (Tanzania)

Nel 2019 è nata, presso la nostra parrocchia, l’idea di impegnarsi come si era fatto in passato col Perù, in qualche Missione solidale. Si è presentata l’opportunità di sviluppare progetti di collaborazione con istituzioni cattoliche della Tanzania, come le Suore di Madre Teresa di Gesù Bambino, ordine religioso nato 88 anni fa che conta circa 2.000 suore. Questa congregazione porta avanti molti progetti in ambito assistenziale: ospedali, orfanotrofi, maternità e altre strutture mediche per le malattie contagiose (lebbra, HIV, ecc.) soprattutto in Tanzania, ma anche in Rwanda, Burundi e Kenya.

L’obiettivo del progetto è quello di sensibilizzare i giovani della parrocchia a vivere nella solidarietà, incoraggiandoli a partecipare in modo attivo e ad impegnarsi in opere di volontariato, offrendo, a chi di loro lo desidera, anche di fare un’esperienza come volontario nelle regioni della Missione, attraverso il sostegno di persone e famiglie aderenti al progetto.

L’impegno della nostra comunità parrocchiale è finalizzato principalmente a raccogliere fondi per contribuire alla realizzazione di iniziative utili alla sussistenza degli abitanti delle località dove si svolge la Missione, offrendo il nostro sostegno alla Suore di Madre Teresa di Gesù Bambino.

 

A tal fine, il 16 febbraio 2020 è stato organizzato un mercatino solidale per la vendita di dolci e oggetti fatti a mano realizzati con stoffe africane, il cui ricavato è stato inviato in Tanzania per il sostegno delle primarie necessità delle Suore e dei bambini della comunità in cui offrono il loro impegno.

 

Il 25 febbraio 2020 un gruppo di giovani della parrocchia, interessato ad impegnarsi nel progetto, è andato alla Messa con Papa Francesco a Santa Marta per presentargli l’iniziativa. Quel giorno Papa Francesco ha firmato una delle borracce che abbiamo scelto come simbolo del progetto e ci fatto il dono di un suo zucchetto da portare alle Suore in Tanzania, come suo regalo. Pochi giorni dopo, quando alcuni del gruppo avevano già acquistato i biglietti, fu dichiarata la pandemia per il Covid-19 che ha costretto a rimandare la partenza per la Missione.

Moyo wa Huruma Orphanage Centre in Geita (Tanzania), attualmente alloggia 168 bambini. [Febbraio 2021]

Come puoi contribuire?

Ci sono due modi per dare una mano per questo progetto…

 > AMICI della Tanzania

Sono le persone e le famiglie che sostengono il progetto e gratuitamente danno una mano: organizzando gli eventi di raccolta di fondi, producendo oggetti artigianali per il Mercatino (torte, prodotti cuciti a mano, ecc.), sostenendo le diverse missioni con donazioni e aiuti economici, mettendo a disposizioni le proprie conoscenze tecniche o contatti (p.es. con il disegno del progetto dell’impianto idrico che consentirà di far arrivare l’acqua al villaggio delle suore, ecc.).

= Per aggiungerti al gruppo contattare Stefania di Palma.

> VOLONTARI della Tanzania

Sono i giovani adulti che vogliono essere solidali e dare una mano a queste comunità della Tanzania. A questo fine organizzano diversi eventi solidali lungo l’anno per raccogliere fondi, e collaborano a pianificare e portare avanti le Missioni in Tanzania. Soltanto alcuni di loro vanno effettivamente in Tanzania.

Oltre ai gruppi di volontari di PSJ, queste Missioni in Tanzania si sviluppano in collaborazione con l’ONG Lend a Hand (Malta).

= Per aggiungerti al gruppo contattare don Jordi Pujol.

Moyo wa Huruma Orphanage Centre in Geita (Tanzania), attualmente alloggia 168 bambini. [Febbraio 2021]

Prossimi eventi… pro-Tanzania

 
11-12 DICEMBRE 2021: ‘Weekend Tanzania’

  • Sabato 11 (18:30-19:45) e Domenica 12 [9:00-13:00 e 18:30-19:45]: Mercatino solidale: vendita di torte e dolci, e prodotti artigianali fatti a mano e realizzati con stoffa africana (inviata dalle suore dalla Tanzania), organizzata dal gruppo della parrocchia Amici della Tanzania.
  • MAGGIO/GIUGNO 2022: Vacino e biglietti (a seconda della prospettiva di poter essere preventivamente vaccinati per il Covid19, acquisteremmo i biglietti entro giugno).
  • AGOSTO 2022: partenza per la Tanzania (gruppo molto ridotto).

PROGRAMMI

 Missione TANZANIA Estate’2020

La Missione è stata rimandata al 2021 per ovvi motivi di sicurezza sanitaria, a causa della pandemia Covid-19

Luogo: Kijwile House, nella località di Bukoba (Tanzania)

Date: 24 Luglio-20 Agosto

– Obiettivi della Missione:

  1. Progetto educativo con lo scopo di fornire competenze base in materie come l’inglese, la matematica e l’igiene ecc. con bambini fra 4-8 anni;
  2. Progetto di un nuovo impianto idrico. Le suore hanno un piccolo impianto di acqua che non funziona perché è vecchio e sovraccarico. Attualmente prendono l’acqua per loro e per i bambini manualmente ogni giorno dalla fonte di un pozzo.
  3. Corso di sviluppo interno Organizational Development Assessment per formare le principali responsabili dell’ordine delle Suore di Madre Teresa di Gesù Bambino.

-Volontari: gruppo di 15 giovani-adulti dalla nostra Parrocchia e da Malta (ONG Lend a hand)

Missione TANZANIA Estate’2021

È requisito indispensabile per viaggiare essere vaccinato/a contro il Covid-19. Per motivi di sicurezza, il numero di volontari sarà molto ridotto per quest’anno.

– Luogo: Kijwile House, nella località di Bukoba (Tanzania)

– Date: 24 Luglio-16 Agosto* (da confermare con la disponibilità dei volontari)

– Obiettivi della Missione:

  1. Fase-1 del progetto di un nuovo impianto idrico per l’acqua.
  2. Corso di sviluppo interno Organizational Development Assessment per formare le principali responsabili dell’ordine delle Suore di Madre Teresa di Gesù Bambino.

– Volontari: gruppo di 6 giovani adulti dalla nostra Parrocchia e da Malta (ONG Lend a hand)

Missione TANZANIA Estate’2022

Si rinnova l’avviso di necessaria vaccinazione Covid-19 per poter viaggiare. Per motivi di sicurezza, il numero di volontari sarà ridotto.

– Luogo: Kijwile House, nella località di Bukoba (Tanzania)

– Date: 23 Luglio-15 Agosto* (da confermare con la disponibilità dei volontari che partiranno)

– Obiettivi della Missione:

  1. Fase-2Progetto nuovo impianto idrico per portare l’acqua ai villaggi.
  2. Progetto educativo con bambini di 4-8 anni (quello rimandato dal 2020).
  3. Corso di sviluppo interno Organizational Development Assessment per formare le principali responsabili dell’ordine delle Suore di Madre Teresa di Gesù Bambino.

 

-Volontari: gruppo di massimo 15 giovani adulti dalla nostra Parrocchia e da Malta (ONG Lend a Hand)

> Da una volontaria:

Ciao!

Siamo un gruppo di volontari della parrocchia di San Josemaria Escrivà, e siamo alla ricerca di aiuto per realizzare la nostra missione!

Nel mese di Agosto 2022 andremo in Tanzania, presso la struttura delle suore del Bambin Gesú situato nella localitá di Bukoba. Il nostro obbiettivo? Portare avanti la Fase-2 del progetto sull’impianto idrico: grazie al prezioso sostegno di molti fedeli della Parrocchia siamo riusciti a concretizzare la sua realizzazione. Il circuito fornirà acqua all’intero complesso del convento, che misura circa 2 km quadrati. Si, hai letto bene. Questo enorme spazio, nel quale vivono persone e si svolgono molte attività utili alla popolazione locale, non disponeva di una rete idrica.

Ogni giorno decine di persone, tra cui anche bambini, camminano per diversi kilometri con grandi contenitori sulla testa, per prendere l’acqua al pozzo più “vicino”. Può sembrare una cosa surreale, ma non lo è.

Attualmente i lavori sono in corso e si augura il loro completamento per l’inizio di questa estate. Ma non ci fermiamo qui! E’ fondamentale estendere e proseguire con il nostro obiettivo anche per il mantenimento e il miglioramento degli impianti.

Inoltre, giacché non ci stanchiamo mai di sognare… abbiamo in programma anche un piano pedagogico, per dare possibilità di istruzione a chi diversamente potrebbe non averla.

A tale scopo abbiamo pensato di organizzare una vendita di prodotti (torte fatte in casa, accessori realizzati con stoffa africana). Puoi farci una visita Sabato 11 e Domenica 12 Dicembre 2021 presso la nostra chiesa!

 Ti ringraziamo in anticipo per qualunque tipo di aiuto deciderai di donarci. Grazie mille ed a presto!

> Dagli Amici della Tanzania:

Ciao a tutti!

Siamo un gruppo di persone che, attraverso diverse iniziative, sostengono il progetto PSJ per la Missione in Tanzania.

Perché lo facciamo? Perché crediamo nel valore del fare volontariato e perchè siamo convinti che il contributo di ciascuno di noi può fare la differenza e diventare veramente importante per lo sviluppo di opere solidali finalizzate ad aiutare le comunità dei villaggi che vivono in condizioni svantaggiate e che non hanno, nella vita quotidiana, le stesse nostre opportunità.

Se condividi i nostri valori e vuoi sostenere il progetto Tanzania, ci sono molti modi per aiutarci! Contattaci e unisciti al nostro gruppo, ti spiegheremo come potrai aiutarci e partecipare alle prossime iniziative solidali. Anche il più piccolo aiuto è prezioso… Grazie!

Suore di Santa Teresa del Bambin Gesù
Gruppo di bambini del Children Day-care Center
PARROCCHIA
SAN JOSEMARIA ESCRIVA'
ROMA

Diocesi di Roma

Indirizzo

Largo
JOSEMARIA ESCRIVA’ DE BALAGUER, 7
00142 ROMA

TELEFONO

+39 389 038 0138 

Email

info@psanjosemaria.it